B7 – DAY 9

Cherenkoscopy        TCO-ASA        Beamline for Schools        29 settembre 2017

DAY 9

a cura di Davide Cartuccia

La giornata è iniziata con i soliti shift. Alle 12:45 però sono stati stoppati (fino poi alle 15:00) per l’incontro con i VIP.

Prima di tutto abbiamo illustrato dei grafici a questi esperti per far vedere a che punto siamo arrivati, poi li abbiamo accompagnati dentro la struttura in cui c’è l’attrezzatura con cui lavoriamo. Abbiamo descritto il nostro progetto ma anche quello dei canadesi, questa ha fatto vedere il nostro grado di preparazione, facendo notare che non lavoriamo solo da soli ma siamo anche dividere il lavoro e cooperare con gente che ha un altro obiettivo ma che ha anche bisogno di noi per arrivare alla fine.

Appena concluso l’incontro che ci ha visto presentare il nostro progetto a persone importanti come il DR Fabiola Gianotti, il rappresentante dell’INFN Umberto Dosselli e molti altri rappresentanti italiani, ci siamo ridiretti alla Counting Room.

La presenza di molti italiani fa notare come sia grande l’influenza e l’affluenza dell’Italia nel Cern.

Verso le 15:30 abbiamo visitato il reparto di robotica del Cern dove vengon costruite macchine capaci di svolgere lavori che l’uomo, a causa delle alte radiazioni, non potrebbe compiere. Alcune macchine sono state comprate ma quelle che sono costruite sono veramente efficienti.

Abbiamo poi avuto un po’ di pausa, ovviamente per chi non aveva lo shift. Alle 18:30 c’è stato il collegamento con l’Università di Camerino per la “Notte dei Ricercatori”, in cui abbiamo descritto cosa stiamo facendo qui e quali sono state le nostre emozioni nel saper di aver vinto questo concorso e poter intraprendere quest avventura.

Gli shift sono finiti più tardi del solito (21:45) perchè avevamo la necessità di estrarre foto urgenti.

Siamo poi andati nel “Globo”, poco distante dall’entrata del Cern, per prendere parte alla mostra della “Notte dei Ricercatori”.

 

-The day began with the usual shifts. At 12:45 they were stopped (until the 15:00) because of the meeting with the VIPs.

First of all we illustrated some graphics to the experts to let them see where we have arrived, then we’ve got them inside the structure where the equipment we work with is. We have described our project as well as that of the Canadians, this has shown our degree of preparation, pointing out that we are not working alone but we are also sharing the job and cooperating with people who have another goal but that need us to reach it.

As soon as we concluded the meeting that saw us presenting our project to important people such as DR Fabiola Gianotti, the representative of INFN Umberto Dosselli and many other Italian representatives, we went back to the Counting Room.

The presence of many Italians points out how Italy’s influence and affluence in Cern is great.

At around 15:30, we visited the Cern robotics department where machines are capable of carrying out work that man could not do due to high radiation. Some machines have been bought but those that are built are really efficient.

Then we had a bit of a break, obviously for those who did not have the shift.

At 18:30 there was a connection with the University of Camerino for the “Night of the Researchers” where we described what we are doing here and what our emotions have been in knowing that we have won this competition and undertake this quest adventure.

The shifts ended later than usual (21:45) because we needed to take urgent photos.

Then we went to the “Globe”, not far from Cern’s entrance, to take part in the “Night of the Researchers” exhibition.

 IMG_9501IMG_9502
IMG_9503IMG_9507
IMG_9508IMG_9509
IMG_9510IMG_9516
IMG_9519IMG_9532
IMG_9533IMG_9534IMG_9528